“Amori, furti e altri guai”, il cinema palestinese torna all’Aamod

Giovedì primo febbraio (ore 18) all’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico di Roma nuovo appuntamento con “Cineforum Palestina”. Sarà proiettato “Amori, furti e altri guai”, opera prima del regista palestinese Muayad Alayan che, al termine della proiezione, dialogherà via Skype col pubblico. Ingresso libero.

Mousa vive in un campo profughi palestinese e per sopravvivere ruba automobili. A lui la causa del suo popolo poco interessa, sogna di fare un bel po’ di soldi per andare in Italia a giocare nelle Fiorentina. Un giorno, però, ruba la macchina sbagliata, poiché dentro è nascosto un soldato israeliano rapito per uno scambio. Da questo momento la vita di Mousa prenderà una piega molto ma molto diversa dalle sue previsioni.

È questa la trama di Amori, furti e altri guai, opera prima del regista palestinese Muayad Alayan, già passata alla Berlinale, che sarà proiettata giovedì primo febbraio, ore 18, all’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico di Roma, nell’ambito del “Cineforum Palestina” curato da Monica Maurer. Al termine della proiezione il regista dialogherà via Skype col pubblico. Ingresso libero.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-61906727-1