Camilleri prima di Montalbano. Era con Sheridan, Maigret e il CSC

Appuntamento martedì 10 aprile (ore 16) alla Casa del cinema di Roma con Andrea Camilleri, in occasione del nuovo numero di “Bianco e nero”, storica rivista del Centro sperimentale di cinematografia, dedicato al papà letterario del celebre commissario Montalbano. Con lui anche Pif, Marco Bellocchio, Carlo Verdone e giancarlo Giannini …

Andrea Camilleri prima delle glorie di Montalbano. Cosa faceva il grande scrittore siciliano prima di diventare famoso col suo celebre ispettore che ha pure ispirato i numerosi e popolarissimi tv-movie?

Era alla Rai ad occuparsi di altri celebri ispettori: Maigret e Sheridan. A raccontarlo è lui stesso in una lunga intervistra-ritratto in dvd allegata al nuovo numero (il 590!) di Bianco e nero, la storica rivista pubblicata dal Centro sperimentale di cinematografia, di cui Camilleri è stato docente in due riprese.

Un numero interamente dedicato al grande scrittore siciliano che ha lavorato alla Rai producendo programmi entrati nel mito come le serie dedicate al commissario Maigret e al tenente Sheridan; ha curato la trasposizione televisiva del grande teatro di Eduardo De Filippo; è stato regista di testi teatrali e di centinaia di radiodrammi.

Bianco e nero ripercorre questa incredibile carriera con saggi di studiosi e interventi di amici e colleghi di Camilleri: Carlo Lucarelli, Luca Zingaretti, Michele Riondino, Carlo Degli Esposti e Alberto Sironi (questi ultimi, rispettivamente produttore e regista del Montalbano televisivo).

L’intervista a Camilleri realizzata da Felice Laudadio, presidente del Csc e direttore della testata, sarà proiettata martedì 10 aprile (ore 16.00) alla Casa del cinema di Roma, alla presenza dello stesso scrittore, Pif e di due diplomati del Csc, Marco Bellocchio e Carlo Verdone, e di un docente, Giancarlo Giannini.