“Lacci” di Starnone sarà il nuovo film di Daniele Luchetti



Un romanzo forte sulla crisi di una coppia, sull’abbandono di lui, su tutti i fallimenti, quelli che ci sembrano insuperabili e quelli che ci fanno compagnia per una vita intera. E soprattutto su quei “lacci” invisibili che legano le persone le une alle altre. È in estrema sintesi il racconto di Lacci il romanzo di Domenico Starnone del 2014 (Einaudi) che Daniele Luchetti porterà a breve al cinema.

L’ha annunciato lo stesso regista reduce da Momenti di trascurabile felicità, l’ultimo film ispirato ai due romanzi di Francesco Piccolo. È una storia di coppia durissima, “che assomiglia molto all’Italia che stiamo vivendo” spiega Luchetti.

“Quello di Starnone è un libro meraviglioso, molto tosto. Abbiamo da poco finito di scrivere e sto per iniziare la preparazione del film. Per ora non c’è ancora un cast, ma penso di iniziare le riprese a ottobre”. Firmerà la sceneggiatura a sei mani insieme a Domenico Starnone e Francesco Piccolo.