Lo sciopero di Nolan il “rosso” arriva in sala, un anno dopo

In sala dal 7 settembre (per Ambi Pictures), “La battaglia”, film di James Franco dal libro più rimosso di Steinbeck, già presentato allo scorso festival di Venezia. Un film a basso budget e alto profilo sociale, arricchito da camei dichiaratamente “militanti” di star democratiche. Dalla recensione di Teresa Marchesi  su Huffington post

indubbattle_onset-2

È “hard news”di oggi: Erdogan ha messo Steinbeck nella lista nera degli autori proibiti della Turchia sotto torchio. Ma c’è un romanzo di John Steinbeck letteralmente rimosso dalla cultura americana. È  La Battaglia (“In Dubious Battle”), scritto nel 1936, tre anni prima di Furore. Rimosso perché tira in ballo un’entità disturbante come il Communist Party, attivissimo negli anni della Grande Depressione. James Franco, che è attore, regista ma soprattutto gran buon lettore (ha fatto film da Faulkner, Bukowski, Cormac Mc Carthy, Hart Crane) ha portato il suo La Battaglia a Venezia. Già a farlo, per un americano, ci vuole coraggio…

continua a leggere su Huffington post

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-61906727-1