Quei fricchettoni di mamma e papà. La famiglia particolare di una giornalista di grido

In sala dal 6 dicembre (Notorious Pictures), “Il castello di vetro” di Destin Daniel Cretton, dall’autobiografia della giornalista americana Jeannette Walls che ha venduto tre milioni di copie ed è stata tradotta in 22 lingue. Due genitori fuori dagli schemi con un sogno speciale: “il castello di vetro”, una casa a energia solare che per anni papà Rex progetta di costruire per la sua famiglia, ma che resterà un’illusione irrealizzabile. Con Brie Larson, Naomi Watts e Woody Harrelson …

Un’elegante giornalista è in taxi per le vie di New York con il fidanzato, astro nascente della borsa, sta andando a un ricevimento esclusivo quando a un semaforo scorge una coppia di barboni frugare nei cassetti dell’immondizia. Jeannette, così si chiama la giornalista, ha un soprassalto, guarda meglio i due clochard e si nasconde: ha riconosciuto i genitori.

È così che il film, Il castello di vetro di Destin Daniel Cretton, tratto dall’omonimo best seller di Jeannette Walls (Piemme) ci introduce nel passato della protagonista. È una storia piena di contraddizioni e per niente semplice perché i genitori di Jeannette vivono da barboni, ma sono anche pieni di talento e capaci di amare.

E benché il padre Rex sia un alcolista instabile, è anche l’uomo che ha incantato i suoi figli dando loro straordinarie lezioni di matematica, fisica e astronomia sotto le stelle del deserto, un anticonformista nell’America delle casette a schiera, che ha offero tanti spunti per andare incontro alla vita senza paura.

La mamma Rose Mary, spirito libero e pieno di umorismo, è molto più interessata all’arte che a prendersi cura dei figli. Se l’infanzia passa trasformando in avventura, le ustioni, la fame, le umiliazioni di una vita così randagia, col passare degli anni le disfunzionalità dei Walls si fanno insopportabili.

Il castello di vetro è la casa da sogno a energia solare che per anni papà Rex progetta di costruire per la sua famiglia; quando è chiaro per tutti che resterà un’illusione irrealizzabile, Jeanette mette a frutto tutto quello che ha imparato, va alla conquista del suo castello di vetro nella grande mela e ci riesce piuttosto bene. Ma questo non è che l’inizio del cammino, l’avventura comincia quando la giornalista glamour e sulla cresta dell’onda si rende conto che il suo passato non può essere nascosto sotto il tappeto.

Da un libro potente (pluripremiato, tradotto in 22 lingue, venduto in 3 milioni copie e per oltre 5 anni nella classifica dei Best Seller del New York Times) che si può leggere come un romanzo di formazione, un diario terapeutico, un manuale di antipedagogia, non era facile realizzare un film, e infatti i primi tentativi sono andati a vuoto. Ci è riuscito il regista e scenggiatore Destin Daniel Creston, con un cast di attori (Brie Larson, Naomi Watts e Woody Harrelson) capace di dare vita alle mille sfaccettaure dei personaggi. Al cinema dal 6 dicembre con Notorious Pictures.

Carla Chelo

Giornalista. Ha lavorato sia all'Unità che al settimanale Diario che in tv (Mediaset). Ha scritto un paio di libri insieme a un'amica dal nome impronunciabile, Alice Werblowsky.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-61906727-1