Nel segno degli sceneggiatori. Omaggio a Leo Benvenuti nei “Percorsi” dell’Anac

Da martedì 6 novembre alla Casa del cinema di Roma (ore 16) tornano i “Percorsi di cinema” organizzati dall’Anac. Protagonisti stavolta gli sceneggiatori che hanno reso grande il nostro cinema. Primo appuntamento con l’omaggio a Leo Benvenuti, inseparabile complice di Piero De Bernardi. Proiezione del loro “Amici per la pelle”, per la regia di Franco Rossi …

Ripartono i “Percorsi di cinema” organizzati dall’Anac, la storica associazione degli autori. Incontri dedicati al racconto del grande cinema da parte degli stessi addetti ai lavori, aperti – gratuitamente – al grande pubblico. Per questa edizione numero 15 il tema scelto è la sceneggiatura, meglio gli sceneggiatori che hanno contribuito a scrivere – materialmente – l’illustre storia del cinema italiano.

Si parte dunque, martedì 6 novembre alla Casa del cinema di Roma (ore 16) con l’omaggio ad uno dei più grandi, Leo Benvenuti (1923 -2000) inseparabile complice di Piero De Bernardi (1926 – 2010), col quale ha composto una delle coppie di scrittura più celebri e prolifiche, firmando per Zurlini (Le ragazze di San Frediano, 1954), Lattuada (Guendalina, 1957) Germi (L’uomo di paglia, 1958; Serafino, 1968; Le castagne sono buone, 1970; Alfredo Alfredo, 1972), De Sica (Matrimonio all’italiana, 1964; Lo chiameremo Andrea, 1972), Monicelli (Amici miei, 1975; Il marchese del Grillo, 1981; Speriamo che sia femmina, 1985; Facciamo Paradiso, 1995), Leone (C’era una volta in America, 1984).

Una scrittura, la loro, entrambi “toscanacci” di Prato, caratterizzata da un’attenta osservazione della società e del costume, affiancata da una vena sentimentale ma anche e soprattutto da un sarcastico umorismo. Tra i loro film, infatti, anche la trilogia di Amici miei, alcuni titoli della saga di Fantozzi e i primi di Verdone (Un sacco bello, 1980; Bianco rosso e Verdone, 1981; Compagni di scuola, 1988; Viaggi di nozze, 1995; Gallo cedrone, 1998).

Ebbene, per l’occasione, sarà presentato uno dei loro film più insoliti: Amici per la pelle (1955) scritto dalla coppia Benvenuti-De Bernardi insieme a Ottavio Alessi, Ugo Guerra, Giandomenico Giagni e al regista Franco Rossi che lo firma. Si tratta di un racconto di formazione in cui fa da protagonista l’amicizia tra due adolescenti, provenienti da classi sociali differenti, per un melodramma dai tratti crudeli e delicati allo stesso tempo. Con una curiosità, i giovani e bravi protagonisti: Geronimo Meyner che ha proseguito nel cinema per un decennio e Andrea Sciré figlio del golpista principe Borghese.

Tra gli ospiti dell’incontro dopo la proiezione Nicola Guaglianone sceneggiatore emergente (Lo chiamavano Jeeg Robot, Indivisibili, Sono tornato) ed allievo dello stesso Benvenuti dei seminari di sceneggiatura organizzati dall’Anac. Coordina l’incontro il critico Raffaele Meale.

I prossimi appuntamenti il 13 novembre con l’omaggio a Furio Scarpelli (l’altra metà della celebre coppia Age & Scarpelli) e il 5 dicembre con Vincenzo Cerami.

Casa del Cinema di Roma, sala De Luxe . Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Gino Santini

Apprendista

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-61906727-1