Segreti e bugie per Juliette Binoche, prigioniera dei social. Dal romanzo di Camille Laurens

Juliette Binoche protagonista di “Who You Think I Am” (Celles que vous croyez) il film di Safy Nebbou ispirato al fortunato romanzo della scrittrice francese, Camille Laurens (e/o 2017). La storia di una cinquantenne che cade nella rete dei social e si dimezza l’età per inseguire l’amore virtuale di un ragazzo. Il film, presentato alla Berlinale dove l’attrice francese è presidente di giuria, aprirà il prossimo Biografilm di Bologna (7-17 giugno) …

La passione di una bella cinquantenne, che si sente un po’ sul viale del tramonto, per un uomo più giovane di lei, che se ne approfitta e la fa soffrire. Una passione nata e coltivata su Facebook in un intrico di false identità e messaggi trasversali. Un rapporto virtuale, quindi deforme, che a un certo punto approda alla realtà e ha la sorpresa di trovarla ancora più deforme.

È Quella che vi pare, il fortunato romanzo della scrittrice francese Camille Laurens (tradotto da e/o nel 2017) portato sul grande schermo da Safy Nebbou (suo L’autre Dumas, dedicato al grande scrittore), cucendo addosso a Juliette Binoche il ruolo della protagonista. Una donna affascinante e colta, madre single di due figli che cade, appunto, nella rete dei social spacciandosi per ventenne all’inseguimento di un amore virtuale.

Who You Think I Am (Celles que vous croyez) in uscita a giorni nelle sale francesi, è stato appena presentato alla Berlinale dove Juliette Binoche è presidente di giuria. In Italia lo vedremo a giugno come film di apertura del Biografilm di Bologna (7-17 giugno) e poi in sala distribuito da I Wonders Pictures.

Gino Santini

Apprendista

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-61906727-1