Woody Allen contro Amazon. In tribunale dopo lo stop al suo ultimo film

Woody Allen versus Amazon Studio per la mancata distribuzione del suo ultimo film, “A Rainy Day in New York”. Sull’onda di #MeToo la major ha scelto di non distribuire la commedia in cui si racconta l’amore tra una quindicenne (Elle Fanning) e un ultraquarantenne (Jude Law). E il vecchio Woody gli fa causa per 68 milioni di dollari …

Finisce in tribunale la scelta di Amazon di non distribuire l’ultimo film di Woody Allen. Il regista newyorkese, infatti, ha deciso di fare causa agli Studios per violazione del contratto. Lo stop alla distribuzione di A Rainy Day in New York era stata presa dai  vertici della major già lo scorso agosto.

In tempi di #MeToo, infatti, avevano avuto dei ripensamenti sulla trama del film – per altro non nuova nei suoi lavori – in cui si racconta di una realazione tra una ragazzina di 15 anni (Elle Fanning) e un uomo ultraquarantenne (Jude Law). Buona del resto anche per rinfocolare le polemiche legate alle presunte molestie del vecchio Woody nei confronti della figlia Dylan Farrow.

Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, Allen punta a ottenere 68 milioni di dollari in danni.

Il suo ultimo film, magnifico, La ruota delle meraviglie, era uscito nel dicembre 2017. E come si sa Woody sforna un film l’anno e fin qui non aveva mai saltato.

Certo di questi tempi anche Nabokov avrebbe i suoi problemi con Lolita

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-61906727-1