Doc al femminile con Doc/it

L’associazione dei documentaristi italiani annuncia il Doc/it Women Award, un nuovo concorso dedicato a favorire la parità di genere. Il progetto vincitore parteciperà all’ Italian Doc Screenings. A maggio il bando…

La-Mimosa-e-la-Festa-della-Donna

Doc/it – Associazione Documentaristi Italiani annuncia il Doc/it Women Award: un nuovo bando per lo sviluppo, rivolto a favorire la parità di genere sia in ambito creativo che produttivo, aperto a tutti i progetti di documentario che rispettino almeno 2 requisiti di presenza o tematica femminile tra: storia, regia e produzione.

Il bando sarà reso pubblico nel mese di maggio. Il progetto vincitore del premio, che ha ricevuto il patrocinio della Regione Lazio, si aggiudicherà la partecipazione al pitching pubblico ai prossimi Italian Doc Screenings, primo mercato internazionale del prodotto documentario italiano, che si terranno in autunno.

Da un anno Doc/it ha rinnovato i propri vertici rappresentati da un gruppo di sole donne: Presidente è la produttrice Agnese Fontana, Vice Presidenti l’autrice e produttrice Stefania Casini e la produttrice Antonella Di Nocera, Portavoce Francesca Borghetti, al Coordinamento Nazionale Elisa Trento, Tesoriere Lara Rongoni.

“Una casualità fortuita che ci ha portato naturalmente a pensare nuove azioni”, afferma la Presidente Fontana, che a dicembre ha assegnato il premio Doc/it per il Miglior Pitching Cinese alla giovane filmaker Wang Yue per il progetto Ballet on the Ridge,  nel corso del Festival Internazionale del Documentario GZDoc 2015 a Guangzhou in Cina, in occasione di “Italy Country of Honor”.

Il premio consentirà alla giovane regista cinese di essere ospitata una settimana in Sicilia seguita da un tutor per lo sviluppo di una nuova storia legata al nostro territorio.

Doc/it inoltre è parte sostenitrice della ricerca “Donne nelle professioni creative: il caso dell’audiovisivo in Italia”, che sarà condotta da Maura Misiti e Adele Menniti dell’Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali del CNR, e finanziata dalla SIAE. La ricerca, curata per Doc/it dalla Vice Presidente Stefania Casini, è l’allargamento all’audiovisivo del progetto EWA, European Women’s Audiovisual Network, sulle donne registe, presentato dal MIBACT al Festival di Berlino 2016.
Da ultima, solo cronologicamente, in occasione del Festival Visioni Italiane l’assegnazione del premio Doc/it Visioni Doc 2016 a Seyed Ali Jenaban e Ami Pourbaghi per Hailstone’s Dance attribuito “Per la forza visiva del racconto e l’approccio al soggetto. Il regista offre al pubblico un tema durissimo affrontato con grande originalità artistica, rompendo l’afasia di un regime in particolar modo oppressivo sulle donne restituendoci con emozione il dramma di un’infanzia perduta.

www.documentaristi.it