“I fratelli De Filippo” nel nuovo film di Sergio Rubini



Sono in corso a Napoli le riprese de I fratelli De Filippo di Sergio Rubini (nella foto), dedicato ai tre figli d’arte di “zio” Scarpetta, il celebre attore comico napoletano e dongiovanni incallito.

È l’inizio del Novecento, i tre fratelli Peppino, Titina ed Eduardo, vivono con la bella e giovane madre, Luisa De Filippo. In famiglia un padre non c’è, o meglio si nasconde nei panni dello “zio” Eduardo Scarpetta, il più famoso, ricco e acclamato attore e drammaturgo del suo tempo. Scarpetta, pur non riconoscendo i tre figli naturali, li ha introdotti fin da bambini nel mondo del teatro.

Alla morte del grande attore, i figli legittimi si spartiscono la sua eredità, mentre a Titina, Eduardo e Peppino non spetta nulla. Ai tre giovani, però, “zio” Scarpetta ha trasmesso un dono speciale, il suo grande talento, che invece non è toccato al figlio legittimo Vincenzo, anche lui attore e drammaturgo, diventato titolare della compagnia paterna.

Il riscatto dalla dolorosa storia familiare passa per la formazione del trio De Filippo, sogno accarezzato per anni da Eduardo e dai suoi fratelli e finalmente realizzato, superando difficoltà e conflitti.

Quella dei De Filippo è la storia di una ferita familiare che si trasforma in arte. E di tre giovani, che, unendo le forze, danno vita a un modo del tutto nuovo di raccontare la realtà con uno sguardo che arriva fino al futuro.

Con Mario Autore, Domenico Pinelli e Anna Ferraioli Ravel. Firmano la sceneggiatura insieme al regista, Carla Cavalluzzi e Angelo Pasquini. Produce Pepito con RaiCinema.

Alla vita di Eduardo Scarpetta è dedicato, invece, Qui rido io il nuovo film di Mario Martone interpretato da Toni Servillo.