Il Campiello 2020 è di “Bonfiglio Liborio”. Tra Forrest Gump e Don Chisciotte

Con quel suo matto che “riesce a comprendere il mondo” Remo Rapino vince a sorpresa il Premio Campiello 2020. Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio, il suo bel romanzo targato minimum fax, ha avuto 92 voti sui 264 espressi dalla Giuria dei Lettori Anonimi, con un grande stacco su tutti gli altri autori.

Dedicando la vittoria a suo padre (“che nasce nel 1926 e muore nel 2010 come Liborio”) lo scrittore sottolinea che il suo personaggio è una voce che, raccontando se stesso, racconta un secolo di storia e lo fa da una periferia esistenziale e dà voce a quelli che non hanno voce, agli ultimi della fila, agli emarginati”.

Rapino che ha insegnato filosofia nei licei, vive a Lanciano dove è nato nel 1951, è al suo secondo romanzo ed è autore di poesie e racconti. Bonfiglio Liborio, prosegue “è ‘una figura simbolica che tende con la sua follia a rovesciare le nostre certezze, tra Don Chisciotte e Forrest Gump. Ho ascoltato i suoi passi, la sua voce, con un linguaggio che è un flusso parlato, fatto di ombre di luce, in una lingua un po’ bastarda. I romanzi si fanno con le voci, bisogna dialogare”.

Al secondo posto del premio letterario Sandro Frizziero con il suo Sommersione (Fazi, 58 voti) e al terzo Ade Zeno con L’incanto del pesce luna (Bollati Boringjieri), 44 voti. Francesco Guccini con la sua ballata Tralummescuro si è dovuto accontentare del quarto posto, con 39 voti e Patrizia Cavalli con il suo primo libro di prose, Con passi giapponesi del quinto con 31 voti.

Bonfiglio Liborio “è ‘una figura simbolica che tende con la sua follia a rovesciare le nostre certezze, tra Don Chisciotte e Forrest Gump. Ho ascoltato i suoi passi, la sua voce, con un linguaggio che è un flusso parlato, fatto di ombre di luce, in una lingua un po’ bastarda. I romanzi si fanno con le voci, bisogna dialogare” sottolinea Rapino che ha insegnato filosofia nei licei, vive a Lanciano dove è nato nel 1951, è al suo secondo romanzo ed è autore di poesie e racconti.