La (R)esistenza delle donne in un’imperdibile rassegna cinematografica


Si celebra la giornata internazionale della donna con (R)esistenze: una selezione di documentari in cui registe e autrici sono anche le protagoniste. Avrà luogo in diverse città italiane (Pisa, Torino, Bari, Bologna, Milano e Genova) ed è possibile richiedere di ospitarla – nella propria città – compilando il form sul sito Movieday.

La rassegna è composta da tre diversi film: I am the revolution di Benedetta Argentieri, Tutte a casa di Nina Baratta, Cristina D’Eredità e Eleonora Marina e Il terribile inganno di Maria Arena. La condizione delle donne e la lotta che le lega contro ogni pregiudizio ed ogni abuso costituiscono il focus delle registe, che, dalla situazione in Medio Oriente al movimento “Non Una di Meno” in Italia e durante la quarantena, vogliono raccontarne il punto di vista. Tutte a casa. Memorie digitali da un mondo sospeso nasce proprio nel vivo della pandemia, un doc collettivo delle (e sulle) donne nell’Italia del Coronavirus, tra cambiamenti nel lavoro e nella vita personale.

È un momento di confronto del cinema e dello spettacolo con quello che «sarà inevitabilmente uno spartiacque» per la condizione femminile (e non solo) nella nostra società, anche dopo la fine dell’emergenza.