Ospiti inattesi con apocalisse. Tutte le paure d’America (e non solo) ne “Il mondo dietro di te” su Netflix

Su Netflix dall’8 dicembre “Il mondo dietro di te” di Sam Esmail, dall’omonimo romanzo di Rumaan Alam, uscito in italiano per La nave di Teseo. Catastrofismo e millenarismo, terrorismo e pirateria informatica, complottismo e relazioni internazionali, horror e fantapolitica: tutte le paure d’America – e dell’Occidente – in un film tecnicamente impeccabile, ma uguale a tanti altri, da “2022: i sopravvissuti” (1973) al più recente “Snowpiercer (“2013) di Bong Joon-on …

Catastrofismo e millenarismo, terrorismo e pirateria informatica, complottismo e relazioni internazionali, horror e fantapolitica: c’è di tutto e di più nel film Netflix di Sam Esmail Il mondo dietro di te, tratto dal romanzo di Rumaan Alam Leave the World Behind (2020), uscito in italiano per La nave di Teseo nel 2023.

Prima di virare verso l’alta tensione, il film inizia con un interno di famiglia newyorchese, una tipica coppia medio-borghese con figli adolescenti che decide di trascorrere una breve vacanza a Long Island. Abbiamo visto migliaia di film che iniziano in questo modo e poi finiscono in tragedia quando si rivelano strane presenze o irrompono serial killer a pregiudicare il sereno tran tran familiare.

Qui la svolta è inconsueta: mentre prendono il sole in completo relax dopo aver preso possesso di una magnifica villa nel verde affittata per il weekend, i quattro vedono una petroliera dirigersi a tutta velocità sulla spiaggia affollata senza il minimo segno di rallentamento o di virata.

Da qui in poi il film cambia registro, specie quando nel pomeriggio dello stesso giorno una strana coppia bussa alla porta. I due, padre e figlia, si presentano come i proprietari della villa e chiedono ospitalità per la notte perché tutta la zona – dicono – ha subito un blackout: telefoni e computer isolati, niente tv e soprattutto il disagio che nasce da questa convivenza irrituale, con sospetti e diffidenze reciproche che si insinuano poco alla volta.

La famiglia e gli inattesi ospiti sono così costretti a misurarsi con i propri fantasmi interiori (altro classico del cinema Usa). Ma la vera minaccia viene da fuori, come confermano gli strani fenomeni che si susseguono, dagli aerei che precipitano sulla vicina spiaggia alle auto a guida automatica che si schiantano una sull’altra in autostrada, dagli animali che si comportano in modo inusuale alla scomparsa o quasi di contatti con il resto del mondo.

Il film è tecnicamente impeccabile e si giova dell’ottima recitazione di Julia Roberts, Ethan Hawke e Mahershala Alì, con un pregevole cameo di Kevin Bacon ancora una volta nel ruolo di perfido privo di scrupoli.

Per la verità, però, non dice nulla di nuovo. Il tema della minaccia esterna che mette in gioco l’esistenza stessa dell’umanità è già stato trattato innumerevoli volte dalla letteratura e dal cinema, e questo ricorda in particolare il film di Richard Fleischer 2022: i sopravvissuti (1973) con Charlton Heston.

Ma se ne potrebbero citare molti altri anche più recenti, da Independence day di Roland Emmerich (1996) a The Road (2009) di John Hillcoat tratto dal romanzo di Cormac McCarthy, fino a Snowpiercer (2013) di Bong Joon-on (il regista di Parasite, al quale curiosamente si ispirano alcune scene de Il mondo dietro di te).

Tutti i film citati, come questo del resto, esprimono compiutamente le paure ancestrali di un’America profonda sempre più chiusa in sé stessa, che individua il nemico – o l’alieno – di volta in volta nell’Unione Sovietica, nella Russia, nel Vietnam, nella Cina, nella Corea del Nord o nell’Iraq, e solo incidentalmente sono capaci di toccare le corde dell’inconscio collettivo universale.

Questo film a tratti lo fa, oltre ad aggiornare la lista delle paure con quella indotta dalla guerra tecnologica e dalla dipendenza da cellulari, computer e televisione (a pagamento). Ma il marchio Usa risalta più chiaramente nelle scene finali non prive di una certa sottile autoironia, quando l’adolescente può finalmente godersi l’ultima puntata della serie tv Friends e quando il video di casa riprende improvvisamente a funzionare annunciando l’attacco di una fantomatica Rogue Armada, Armata canaglia.