È Saverio Costanzo il regista de “L’Amica geniale” televisiva

Fandango e Wildside, insieme a partner internazionali, producono la serie tv ispirata alla saga di Elena Ferrante che sarà diretta da Saverio Costanzo. Le anticipazioni sul New York Times parlano di 32 puntate da 50 minuti, divise in quattro stagioni. Firmano la sceneggiatura Francesco Piccolo e Laura Paolucci insieme alla stessa scrittrice dall’identità “segreta”. Intanto a Napoli sono cominciati i provini nelle scuole elementari per trovare Lina e Lenù…

Sarà Saverio Costanzo il regista della serie televisiva prodotta da Fandango, Wildside e Raifiction, tratta dalla fortunatissima saga de L’amica geniale (in Italia edita da e/o) di Elena Ferrante, divenuta ormai una star internazionale.

La serie, infatti, sarà frutto di una coproduzione con partner stranieri col titolo internazionale di The Neapolitan Novels, come anticipato dal New York Times.

In questi giorni, a Napoli, sono cominciati i provini in alcune scuole elementari per trovare le due interpreti di Lina e Lenù. La serie racconterà in 32 puntate da 50 minuti, divise in quattro stagioni, le vicende della saga che si svolgono dagli anni del dopoguerra al 2000.

Firmano la sceneggiatura Francesco Piccolo e Laura Paolucci, con la supervisione della stessa Elena Ferrante che, nonostante gli “scooop” e le polemiche dei mesi scorsi, è riuscita comunque a mantenere il suo prezioso anonimato. Non ci sono ancora certezze sulle location che la Film Commission della Campania si augura possano essere ospitate integralmente a Napoli.

La messa in onda è prevista per il prossimo anno su una rete Rai. I quattro romanzi della saga della Ferrante, pubblicati tra il 2012 e il 2014, sono divenuti un vero proprio caso editoriale in tutto il mondo con oltre 1 milione di copie vendute in Italia, 1,2 milioni tra Stati Uniti e Canada. Tanto da aver favorito il turismo letterario a Napoli sui luoghi degli amati personaggi.