Armando Leone

Cineclub e rivoluzione, ma il cazzeggio dov'è?

Alla Festa, "Filmstudio mon amour" di Tony D'Angelo, dedicato alla storica sala romana dove passarono da Rocha a Solanas, da Antonioni a Godard e pure un giovanissimo "autarchico" Nanni…