Ecco Lila e Lenù. “L’amica geniale” serie tv ha le sue protagoniste

Ludovica Nasti ed Elisa Del Genio, nelle vesti di Lila e Lenù da bambine e Gaia Girace e Margherita Mazzucco in quelle da adolescenti. Hanno finalmente un corpo le protagoniste de “L’amica geniale”, la serie tv dai romanzi di Elena Ferrante che Saverio Costanzo sta girando a Caserta. Una mega produzione Hbo-Rai Fiction e Timvision, Wildside e Fandango…

Eccole Lila e Lenù da bambine e poi da ragazze, protagoniste de L’amica geniale, la serie tv tratta dalla celebre saga letteraria (quattro romanzi per E/O) di Elena Ferrante.

Le potete osservare nelle foto e in abiti d’epoca, interpretate rispettivamente da Ludovica Nasti ed Elisa Del Genio, nelle vesti di bambine e da Gaia Girace e Margherita Mazzucco in quelle da adolescenti.

Le riprese della serie in otto episodi diretta da Saverio Costanzo sono attualmente in corso a Caserta. In scena oltre 150 attori e 5000 comparse. Un casting durato otto mesi, durante i quali sono stati provinati quasi 9000 bambini e 500 adulti da tutta la Campania. Attori professionisti e non professionisti, piccoli reclutati nelle scuole di tutti i quartieri.

Imponente anche il lavoro di ricostruzione del Rione: la troupe tecnica della produzione, composta da 150 persone, ha creato 20 mila metri quadrati di set costruiti in oltre 100 giorni di lavorazione. In questi mesi hanno costruito 14 palazzine, 5 set di interni, una chiesa e un tunnel. I costumi saranno circa 1500, tra realizzazioni originali e di repertorio.

L’amica geniale è una serie HBO-RAI Fiction e TIMVISION, prodotta da Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside e da Domenico Procacci per Fandango in co-produzione con Umedia Production.

Tutti gli episodi saranno diretti da Saverio Costanzo. Il soggetto e le sceneggiature sono di Elena Ferrante, Francesco Piccolo, Laura Paolucci e Saverio Costanzo. Jennifer Schuur è il produttore esecutivo. FremantleMedia International è il distributore internazionale.

 “Quando l’amica più importante della sua vita sembra essere scomparsa senza lasciar traccia, Elena Greco, una signora ora anziana immersa in una casa piena di libri, accende il computer e inizia a scrivere la storia della loro amicizia. Ha conosciuto Raffaella Cerullo, che lei ha sempre chiamato Lila, in prima elementare, nel 1950. Ambientata in una Napoli pericolosa e affascinante, inizia così la loro storia che copre oltre sessant’anni di vita e che tenta di raccontare il mistero di Lila, l’amica geniale di Elena, la sua migliore amica, la sua peggiore nemica“.