“Aus”, la web serie fatta a bottega

È l’ultima “creatura” del Premio Solinas che, stavolta, in collaborazione con Rai Fiction, punta al nuovo formato per la rete con un concorso-laboratorio. Un collettivo guidato da professionisti del settore per scoprire nuove idee e talenti per il web. E questo è il  progetto che ha vinto…

download

AUS_GIORGIO CANTARINI E BARBARA VALMORINIntanto guardatevi i primi cinque episodi di Aus, adotta uno studente di Antonio Marzotto, scritto a quattro mani dallo stesso regista con Serena Patrignanelli.

È questo il vincitore della prima edizione di La bottega delle web series, ultima “creatura” dello storico Premio Solinas dedicato alla “scrittura” per il cinema, con l’obiettivo di sostenere e scoprire nuovi talenti. La “bottega”, infatti, in collaborazione con Rai Fiction, punta ai nuovi territori espressivi offerti dalla rete, ossia le serie per il web. Si tratta cioè di un concorso-laboratorio rivolto a selezionare, sviluppare, realizzare e distribuire su Ray i progetti destinati ai nuovi formati di racconto seriale.

Come Aus, adotta uno studente, appunto che, affidandosi ai toni della commedia, racconta le avventure di periferia (siamo a Roma in uno di quei casermoni dell’edilizia popolare) di Mattia (gli dà il volto Giorgio Cantarini, bimbetto cresciuto de La vita è bella), studente fuori sede che trova alloggio, grazie ad un’iniziativa del comune capitolino, a casa di Firmina, scatenata vecchietta “romana de’ Roma” interpretata dalla straordinaria Barbara Valmorin.

I primi cinque episodi sono stati sviluppati e girati  in “bottega”, con l’intervento di tutor e addetti ai lavori, oltre alla collaborazione dell’Area Cinema e New Media dello Ied: la sigla e la grafica, infatti, sono state realizzate dagli studenti dell’Istituto europeo di design.

Il bando per partecipare alla nuova edizione de La bottega delle web series è aperto fino al 7 settembre. Il concorso, come si legge nel sito, ” è rivolto a sceneggiatori e registi maggiorenni che desiderino sviluppare una web series che sarà realizzata da Rai Fiction, in collaborazione con il Premio Solinas, con un budget massimo di 45.000 euro”.

Affrettatevi.