Premio Campiello alla carriera 2022 a Corrado Stajano. Grande narratore della storia italiana


 

 

Il Premio Campiello speciale alla carriera 2022 va a Corrado Stajano, scrittore, giornalista, sceneggiatore e politico (è stato senatore dal ’94 al ’96 come indipendente nel PDS).

“La Fondazione Il Campiello ha deciso di conferire il prestigioso riconoscimento a Corrado Stajano, un uomo che ha onorato con la sua passione civile e la sua creatività la cultura italiana dagli anni Sessanta fino ad oggi – dice in una nota Enrico Carraro, Presidente della Fondazione Il Campiello. Quella stessa cultura che gli imprenditori del Veneto hanno deciso di sostenere fondando – sessant’anni fa – il Premio Campiello, uno dei premi letterari più importanti del nostro Paese, che rappresenta al meglio il rapporto profondo tra impresa e cultura.”

Nato a Cremona il 24 settembre 1930 Stajano è stato collaboratore, redattore, inviato di quotidiani e settimanali. Tra gli altri Il Mondo di Mario Pannunzio, Il Giorno di Italo Pietra, l’Unità, il Corriere della Sera. Ha lavorato per la Rai, autore e coautore di numerosi documentari televisivi di argomento politico e culturale, alcuni con Ermanno Olmi. Ha pubblicato con Einaudi Il sovversivo (1975), La pratica della libertà (1976), La forza della democrazia (1977), Africo (1979), L’Italia nichilista (1982), Un eroe borghese (1991) sull’avvocato Giorgio Ambrosoli da cui il film omonimo di Michele Placido (nelle foto), Il disordine (1993).

Con Garzanti, Promemoria (1997, Premio Viareggio), Ameni inganni (con Gherardo Colombo,2000), Patrie smarrite (2001), I cavalli di Caligola (2005), Maestri e Infedeli (2008), La città degli untori (2009, Premio Bagutta), La stanza dei fantasmi (2013). Con Archinto Destini (2014). Con il Saggiatore Eredità (2012), Sconfitti (2021).

Compare nel ruolo di se stesso nel film Aprile di Nanni Moretti, in cui intervistato racconta il perché non si candiderà più alle successive elezioni.

Il premio gli sarà consegnato sabato 3 settembre in occasione della finale della 60^ edizione del Premio Campiello, in presso il “Gran Teatro La Fenice” di Venezia.