Ricordando Pinelli all’Aamod. Cinquant’anni fa il “volo” dalla questura di Milano

 



A cinquant’anni dalla strage di piazza Fontana (12 dicembre 1969) e dall’omicidio di Giuseppe Pinelli (15 dicembre 1969) l’anarchico “volato” dalla finestra della Questura di Milano, l’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico (Aamod) dedica una giornata alla memoria di quei tragici fatti che cambiarono per sempre gli equilibri politici del nostro paaese.

Appuntamento mercoledì 11 dicembre (dalle 18 alle 21) per una visita-visione dell’Archivio ( Via Ostiense, 106, Roma) aperto al pubblico per illustrare la storia e il patrimonio conservato. Ogni ora cicli di visite guidate tra racconti, testimonianze e film, a conclusione delle quali verrà proiettato il film-documentario, Tre Ipotesi sulla morte di Giuseppe Pinelli di Elio Petri e Nelo Risi(1970, 12’), conservato in Archivio, in occasione della morte dell’anarchico e della strage di Piazza Fontana. Il corto ironizza sulle tre versioni che la polizia fornì sul “suicidio” di Pinelli, ricostruite seguendo le diverse e contraddittorie indicazioni fornite dalla Questura, al fine di dimostrare come esse rendessero materialmente impossibile la caduta volontaria o accidentale dell’anarchico dalla finestra. Il film fu realizzato con la collaborazione dell’operatore Luigi Kuveiller e degli attori Gian Maria Volontè, Luigi Diberti e Renzo Montagnani.

La Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico è da sempre impegnata nella ricerca, raccolta, conservazione di documenti audiovisivi storici, di repertorio, di attualità, di ricostruzione narrativa, e nella promozione della loro conoscenza, studio, analisi ed elaborazione. Organizza ricerche e studi, convegni, seminari, rassegne e mostre su temi riguardanti la storia e la società, e cura pubblicazioni specializzate, offre servizi (dalla vendita di footage per i professionisti al restauro conservativo effettuato con tecnologie digitali).