Cannes s’inchina a Frederick Wiseman. La Carrosse d’Or 2021 al gigante del documentario

 

È stata un’apertura piena d’emozione quella della Quinzaine des réalisateurs, il 7 luglio, che ha visto la masterclass e la consegna della Carrosse d’Or 2021 (prestigioso riconoscimento della SRF, la società dei registi francesi ) al gigante 91enne del cinema documentario americano Frederick Wiseman.

“Il tuo lavoro incredibilmente ricco – spiegano gli organizzatori  – sta lasciando un indelebile segno nella storia del cinema. Nessuno ha mai messo così tanta pazienza occhi umani, curiosi, comprensivi, empatici e politicamente acuti sulle persone e sulle istituzioni aiutandole, trattenendole o rivelandole. Ovunque, in tutti i contesti, hai dipinto incredibilmente ritratti avvincenti di persone, che fanno del loro meglio, ovunque si trovino nella vita. Piccoli passi che offrono speranza per quelli più grandi, le molte sfaccettature l’umanità su entrambi i lati di un medico, sindaco o scrivania di un agente di polizia, il cuore pulsante degli spazi abitativi, dai parchi alle stazioni sciistiche, dalle università al backstage dei teatri”.

Per l’occasione è stato presentato l’ultimo suo film del 2018: Monrovia, Indiana, ambientato nell’America profonda, quella bianca, armata ed emarginata la cui poolazione ha votato Trump al 76%.