A futura memoria. L’ Aamod raccoglie video sul lavoro in quarantena

Uno dei refrain di queste giornate in quarantena è quello del “dopo”. Cosa faremo una volta usciti? Come racconteremo a chi non c’era questo periodo? Si tratta, in fin dei conti, di un evento storico ed è più che giusto chiedersi cosa se ne farà a livello di memoria storica.

L’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, che raccoglie nel suo archivio straordinari documenti video del secolo scorso e non solo, ha diramato un invito proprio in questo senso. L’appello chiede di filmare i nuovi modi di lavorare che sono stati utilizzati massivamente in quarantena, non solo smartworking ma anche chi sta andando materialmente in fabbrica con tutte le preoccupazioni e le precauzioni del caso.

In questo modo l’Archivio si arricchirà di importanti testimonianze su questo particolarissimo momento storico. Le istruzioni su come girare sono disponibili sul sito web dell’Aamod.