La 43° edizione dell’Efebo d’Oro premia il cinema politico di Costa-Gavras


Per la 43° edizione dell’Efebo d’Oro – Premio Internazionale di Cinema e Narrativa, che si terrà a Palermo dal 14 al 20 novembre 2021 per celebrare l’intreccio di letteratura e settima arte, saranno 8 le pellicole in corsa adattate dai libri per il grande schermo, insieme a 8 opere prime o seconde in lizza per l’Efebo Prospettive.

I vincitori per le due categorie saranno decretati rispettivamente da Egle Palazzolo, Roberto Escobar, Frédéric Farrucci, Olivia Magnani e Leena Pasanen, e dalla giuria composta da Doriana Leondeff, Maryam Goormaghtigh e Francesco Calogero, che valuterà invece i film scelti per la sezione Efebo Prospettive.

Nel corso delle sette serate del festival verrà assegnato anche il Premio Efebo d’Oro Nuovi Linguaggi – Città di Palermo e il Premio Efebo d’Oro alla carriera – Banca Popolare Sant’Angelo, che quest’anno omaggerà la filmografia impegnata di Costa-Gavras, regista greco naturalizzato francese consacrato alla fama mondiale con Z, l’orgia del potere (1969), thriller politico basato sull’omonimo romanzo di Vasilīs Vasilikos, vincitore di due Oscar.

Dalle giovani esperienze sul set con René Clair e Jacques Demy al primo successo di critica con Compartiment tueurs (Vagone letto per assassini, 1965), fino ai pionieristici film politici come L’Aveu (La confessione, 1970) – testimonianza shock delle purghe staliniane –, Hanna K (Id, 1983) – melodramma sullo sfondo teso del conflitto ebraico-palestinese – e l’intolleranza della destra fascista americana e del Ku Klux Klan raccontata in Betrayed-Tradita (1988), Costa-Gavras si è sempre distinto per l’impegno civile alla macchina da presa, identificandosi come strenuo difensore delle libertà violate, nello scenario cinematografico internazionale.

Tra le opere più acclamate, anche Missing – Scomparso (1982) – primo esperimento americano sulla dittatura di Pinochet vincitore di una statuetta d’oro per la miglior sceneggiatura – e il recente Adults in the room (Adulti nella stanza, 2019), dal best seller di Yanis Varoufakis sul governo Tsipras, in concorso alla 42° edizione dell’Efebo d’Oro.