“La pellicola d’oro” 2016 ai più bravi artigiani del cinema

Si è svolta nella serata del 25 aprile al teatro Ghione di Roma, la cerimonia di consegna del premio dedicato alle maestranze del cinema. Premi ai migliori attrezzisti, macchinisti, elettricisti… Una grande festa sulle note di Rota e Morricone per portare alla ribalta il lavoro delle troupe, altrimenti relegato ai titoli di coda …

download-9

“Sono davvero felice per questo premio – dice Mario Girotti, al secolo Terence Hill – perché con queste persone passo insieme più tempo che con la mia famiglia”. Della grande famiglia del cinema, infatti, stiamo parlando. Quella più numerosa ma sempre relegata dietro le quinte, su cui difficilmente si accendono i riflettori dei media. Eppure la più importante: la “famiglia” delle maestranze. Ossia gli attrezzisti, gli elettricisti, i macchinisti, le sarte, gli operatori che di padre in figlio, spesso, si sono tramandati il mestiere. Gli artigiani del cinema, insomma, di cui l’Italia vanta una grande tradizione.
A loro è dedicata “La pellicola d’oro”, l’unico premio esistente rivolto al lavoro delle maestranze. Un premio ideato da Enzo De Camillis, scenografo e regista, giunto quest’anno alla sua sesta edizione. La premiazione che si è svolta nella serata del 25 aprile al teatro Ghione di Roma è stata una grande festa, accompagnata dalle musiche di Rota e Morricone eseguite dalla banda della Marina musicale.
Ed ecco i premiati dell’edizione 2016:
Miglior Direttore di Produzione Francesco Morbilli per Suburra
Miglior Operatore di Macchina Matteo Carlesimo per Lo chiamavano Jeeg Robot
Miglior Capo Elettricista Virgilio Palone per Suburra
Miglior Capo Macchinista Piero Bosi per Io che amo solo te
Miglior Attrezzista di Scena Fabio Marconi per Assolo
Miglior Sarta di Scena Daniela Lombardo per Suburra
Miglior tecnico di Effetti Speciali, Maurizio Corridori per Lo chiamavano Jeeg Robot
Miglior Sartoria Cineteatrale la sartoria Tirelli per il Il Racconto dei Racconti
Miglior Capo Costruttore Massimo Sergianni per Suburra
Miglior Story Board Artist Marco Valerio Gallo per Lo chiamavano Jeeg Robot

I premi alla carriera sono stati assegnati a Terence Hill e alla famiglia Leurini, impegnata nei trasporti cinematografici fin dagli anni Trenta. Quest’anno, poi, sono stati aggiunti anche i riconoscimenti ai miglior attori e attrici votati dalle troupe. Che sono Marco Giallini per il film Loro Chi? e Maria Pia Calzone per Io che amo solo te.
Il premio La pellicola d’oro è organizzato dall’Associazione culturale articolo 9 cultura & spettacolo e dalla Sas Cinema e i premiati vengono scelti da una giuria composta da 120 addetti ai lavori.