La scomparsa di Enrique Irazoqui. Il Cristo comunista di Pasolini

 

Lui comunista militante al cinema è stato celebre nei panni di Cristo. Così come lo volle Pasolini nel suo Il vangelo secondo Matteo (1964). È morto, all’età di 76 anni, il 16 settembre in un ospedale di Barcellona, Enrique Irazoqui. Attivista politico e intellettuale, era nato nel 1944 da una famiglia borghese, fu sin da giovane militante comunista e antifranchista.

Pier Paolo Pasolini, si dice, folgorato dal suo volto, gli offrì il ruolo di Gesù. Irazoqui devolse la paga alla causa del movimento clandestino antifranchista.
Rientrato in Spagna, venne punito dal regime per aver partecipato alla realizzazione di un film ritenuto di propaganda comunista.

Molto legato alla città di Matera dove è stato girato il film di Pasolini, Enrique Irazoqui aveva ricevuto la cittadinanza onoraria dal sindaco nel giugno 2011 e aveva partecipato anche al film Il nuovo Vangelo di Milo Rau prodotto dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019 e girato un anno fa.