Quelli dei titoli di coda. Tutti i premiati della Pellicola d’oro 2018

Assegnati a Roma i premi alle maestranze, la Pellicola d’oro, l’unico riconoscimento dedicato alla più numerosa e importante famiglia del cinema italiano. Gli attrezzisti, gli elettricisti, i macchinisti, le sarte, gli operatori che di padre in figlio, spesso, si sono tramandati il mestiere. Gli artigiani del cinema, insomma, di cui l’Italia vanta una grande tradizione …

Le mani invisibili del cinema. Quelli dietro le quinte o, ancora, quelli dei titoli di coda. Sono tante le definizioni che si accavallano quando si parla di maestranze. Ma uno solo, invece, è il premio che le celebra: la Pellicola d’oro.

La cerimonia di premiazione della settima edizione si è svolta il 4 maggio al Teatro Italia di Roma con un palmarès, quest’anno, particolarmente toccante. Due riconoscimenti, infatti, sono stati assegnati a due professioniati scomparsi di recente: Gianluca Petrazzi, “Miglior Maestro D’Armi”nel film Fortunata e Patrizio Marra, “Miglior capo macchinista” per il film La tenerezza.

Sulle note di celebri colonne sonore, suonate dall’Orchestra dello Stato Maggiore della Marina Militare, si sono avvicendati sul palco i tanti rappresentanti della più importante e numerosa famiglia del cinema italiano. Ossia gli attrezzisti, gli elettricisti, i macchinisti, le sarte, gli operatori che di padre in figlio, spesso, si sono tramandati il mestiere. Gli artigiani del cinema, insomma, di cui l’Italia vanta una grande tradizione.

Questi i premiati dell’edizione 2018:

Ivo Micioni,  “Miglior direttore di produzione” per Fortunata

Luigi Andrei, “Miglior operatore di macchina” per Fotunata

Alessandro Cardelli, “Miglior capo Elettricista” per Fotunata

Ionel Maicam, “Miglior Capo Costruttore” per Fortunata

Sabrina Salvitti, “Miglior Sarta di Scena” per La tenerezza

Stefano Carponaro, “Miglior attrezzista di scena” per Mamma o papà

Maurizio Corridori,”Miglior Tecnico di effetti speciali” per Brutti e cattivi

Sartoria Farani, “Miglior Sartoria Cineteatrale” per Brutti e cattivi

Marco Valerio Gallo, “Miglior Storyboard artists” per Brutti e cattivi

Massimo Anzellotti, “Miglior Creatore di effetti sonori” per Mr Felicità

Paola Cortellesi e Jasmine Trinca hanno vinto ex aequo nella categoria “Miglior attrice protagonista” – riconoscimento assegnato dalle maestranze -, la prima per Come un gatto in tangenziale, la seconda per il film Fortunata. Mentre ad Antonio Albanese è andata la Pellicola d’oro per il miglior attore per, Come un gatto in tangenziale di Riccardo Milani, tra gli ospiti della serata.

il “Premio alla carriera” a Barbara Bouchet, quello all’attività artistica a Placido Domingo Jr. e il “Premio per l’attività aziendale” a Panalight hanno completato il palmarès di questa edizione, promossa ed organizzata, come sempre, dall’Associazione Culturale “Articolo 9 Cultura e Spettacolo” e dalla “Sas Cinema” di cui è presidente lo scenografo e regista Enzo De Camillis, ideatore del Premio.