Paul Dano si fa regista e vince con Richard Ford. Torino 36 incorona “Wildlife”

È l’adattamento di un grande romanzo di Richard Ford a vincere Torino filmfest 2018: “Wildlife” esordio nella regia dell’attore Paul Dano che si è ispirato alle pagine di “Incendi” (Feltrinelli). Nel palmarès molti trhiller e storie di marginalità e sfruttamento. Il Cipputi a Nos Batailles di Guillaume Senez e Atlas di David Nawrath che vince anche il Re Rebaudo e l’attore,  Rainer Bock

 

È Wildlife, l’esordio alla regia dell’attore Paul Dano il miglior film della 36esima edizione del Torino filmfest. Si tratta dell’adattamento di Incendi, romanzo ad alto tasso emotivo di uno dei grandi scrittori contemporanei statunitensi: Richard Ford. La storia ambientata nel Montana nei Sessanta è quella di un adolescente che assiste allo sgretolamento del matrimonio dei suoi genitori (Jake Gyllenhaal e Carey Mulligan). Il padre perde il lavoro e decide di unirsi ai volontari che cercano di domare un incendio che devasta le montagne. Un punto di vista sapiente, puntato sulle dinamiche familiari, gli slittamenti degli affetti e soprattutto gli “incendi” emotivi.

Il Premio fondazione Re Rebaudo va poi al tedesco, Atlas di David Nawrath durissimo affresco quasi noir sul mondo malavitoso del recupero credito e degli sfratti, con un grande protagonista, Rainer Bock a cui va il premio come miglior attore ex aequo con Jakob Cedergren interprete del danese The Guilty di Gustav Möller, un thriller tesissimo ambientato in un commissariato di polizia di Copenhagen. A quest’ultimo ancora due premi: per la sceneggiatura scritta da Emil Nygaard Albertsen e dallo stesso regista e il premio del pubblico ex aequo con Nos Batailles di Guillaume Senez, storia operai che vince anche il Cipputi 2018 insieme ad Atlas.

 Una menzione speciale della giuria all’Ungherese, Bad Poems di Gábor Reisz, una commedia dai toni fumettistici sull’impossibilità di essere felici. E miglior attrice è Grace Passo per il film brasiliano Temporada di André Novais Oliveira.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UA-61906727-1