Alessio Boni nei panni di Don Chisciotte. Fine riprese per il film di Fabio Segatori


“Il Don Chisciotte di Cervantes fa parte del nostro immaginario e io lo racconto come un attraversamento di paesaggi mediterranei, con il respiro e i suoni del Sud”. Fabio Segatori, regista, produttore e già autore di Lussu, stavolta ha scelto di cimentarsi con l’opera capitale di Cervantes, croce e delizia per tanti cineasti. Ed ha appena battuto l’ultimo ciak.

Con Alessio Boni nei panni del cavaliere errante il film è “una favola morale” girata tra Calabria e Lucania: nell’Alto Ionio cosentino per quattro settimane, in un territorio spettacolare e misterioso, tra calanchi, castelli medievali, fiumare e spiagge incontaminate, nei comuni di Trebisacce, Rocca Imperiale, Oriolo Calabro, Roseto Capo Spulico e San Lorenzo Bellizzi.

Nel cast Fiorenzo Mattu (Sancho Panza), Angela Molina (Governante), Marcello Fonte (Garzone), Galatea Ranzi (Duchessa Madre) e Carlo De Ruggieri (Curato). Produce Paola Columba, compagna dello stesso regista, per la Baby Film, più il sostegno del ministero della Cultura, della Fondazione Calabria film commission e della Lucana film commission.