“Il flauto magico” secondo Roland Emmerich. Mozart torna al cinema


Roland Emmerich produrrà un nuovo adattamento in live-action del Flauto magico di Wolfgang Amadeus Mozart. Un atto coraggioso, se si considera che l’opera è stata trasposta al cinema appena due volte e una di esse porta una firma tanto grande quanto intimidatoria per qualsiasi regista: Ingmar Bergman.

Emmerich, regista e produttore tedesco, noto al grande pubblico per il genere catastrafico, Indipendence day The day after tomorrow, produrrà il film assieme alla casa tedesca Toby’s Film, che lo distribuirà in tutti i territori germanofoni.

La regia sarà affidata a Florian Sigl, mentre la storia sarà ambientata nei nostri giorni. Come protagonista un giovane ragazzo inglese, Tim Walker, trasferitosi in Austria per frequentare la prestigiosa scuola Mozart. Sarà lì che troverà un passaggio segreto per una dimensione fantastica, quella appunto del Flauto magico.

Nel 2019 una versione della celebre opera di Mozart è stata portata al cinema dell’orchestra multiculturale di Piazza Vittorio per la regia di Mario Tronco e Gianfranco Cabiddu (nella foto di copertina).