Il mondo senza adulti di Anna. Dal 23 aprile la serie di Niccolò Ammaniti (su Sky e NOW)

Saranno disponibili dal 23 aprile su Sky e NOW gli episodi di Anna, serie tv diretta da Niccolò Ammaniti a partire dal suo omonimo romanzo, pubblicato per Einaudi nel 2015.

Al centro della vicenda, il viaggio di una ragazzina tra i resti di una Sicilia post-apocalittica, devastata da un virus micidiale, La Rossa, che colpisce l’intera popolazione mondiale e lascia indenni solo i bambini che ancora non hanno raggiunto la pubertà.

“È una distopia profetica che nasce come filiazione infedele di un romanzo illuminato”, si legge nelle note di sceneggiatura, firmata dalla scrittore premio Strega – già autore per Sky della miniserie Il Miracolo (2018) –, insieme a Francesca Manieri: un mondo senza adulti è un mondo che è stato riconquistato dalla natura selvaggia, in cui le regole vigenti nella civiltà di prima vengono ribaltate, per lasciare spazio al riemergere di dinamiche violente e barbariche.

Per proteggere il fratellino Astor e cercare una cura per l’intera umanità, Anna si affida allora al Libro delle Cose importanti, una sorta di vademecum che sua madre ha scritto nei giorni della malattia, e che indica alla ragazzina la via per un futuro migliore. Proprio come ne Il Signore delle Mosche di William Golding, i bambini protagonisti della serie tv di Ammaniti danno vita ad un’acuta favola per adulti.

A vestire i panni di Anna è l’esordiente Giulia Dragotto, che recita accanto ad altri giovanissimi protagonosti come Clara Tramontano e Giovanni Mavilla. Nel cast anche Roberta Mattei, Alessandro Pecorella e Elena Lietti.

A fare da colonna sonora alle puntate sarà il synth-pop degli Alphaville, il rock psichedelico dei Mercury Rev, le partiture tribali di Rauelsson, Frank Sinatra, e voci italiane come quelle di Loredana Bertè, Mia Martini, Ornella Vanoni e Cristina Donà.

Anna è prodotta da Wildside, società del gruppo Fremantle, in coproduzione con ARTE France, The New Life Company e Kwaï.