Premio Solinas 2021: ecco i cinque soggetti finalisti della 36 ° edizione

Sono cinque i finalisti della 36 ° edizione del Premio Franco Solinas, prestigioso concorso di scrittura per il cinema (nonché partner di Bookciak Azione!) fondato da Gian Maria Volonté e Felice Laudadio nel 1985 sulle rive de La Maddalena per omaggiare lo storico sceneggiatore de La battaglia di Algeri.

Il talent scouting della manifestazione, che si terrà dal 22 al 26 settembre 2021 nella suggestiva cornice dell’arcipelago sardo, ha concluso la sua prima fase selettiva decretando le storie che più si prestano al grande schermo per originalità e compiutezza dopo che i 405 soggetti  in corsa (pervenuti in forma rigorosamente anonima) sono stati valutati scrupolosamente dalla Giuria di quest’anno, presieduta dalla direttrice Annamaria Granatello.

Concorrono per l’assegnazione del Premio Franco Solinas Miglior Soggetto (del valore di 1.000 euro) Celeste di Fabio Pisano e a Massimiliano Pacifico – storia di una diciottenne cresciuta all’ombra del nazismo che, tra rastrellamenti e fughe, sceglie di tradire la sua religione – Gioia di Benedetta Mori, Giuliano Scarpinato e Chiara Tripaldi – un triangolo sentimentale dall’epilogo tragico, diviso tra amore puro e interessi truffaldini – I figli della scimmia  di Tommaso Landucci e Damiano Femfert – un’attenta disamina del rapporto padre-figlio quando di mezzo c’è la disabilità – La legge del lupo di Alberto Scocca, Luca Renda e Mariachiara Illica Magrini – racconto di vita in branco ed equilibri naturali stravolti dal bracconaggio – e Nina di Alessandro Padovani (già vincitore di due edizioni di Bookciak, Azione!) e Lorenzo Bagnatori – realismo magico ad alta quota e una fanciullezza al capolinea nelle Dolomiti del dopoguerra, quando una bambina dotata di poteri prodigiosi scopre il mondo adulto.

I Finalisti avranno accesso a una fase trimestrale di elaborazione delle sceneggiature, che verranno poi valutate da una seconda Giuria per l’assegnazione del Premio Franco Solinas Miglior Sceneggiatura di 6.000 euro e della Borsa di Studio Claudia Sbarigia di 1.000 euro, dedicata ai racconti al femminile più meritevoli. Il Premio al Miglior Sviluppo (di 1.000 euro) andrà invece a chi dei finalisti saprà distinguersi per talento e capacità nel Laboratorio di Alta Formazione e business-oriented, percorso della Bottega Creativa del Premio sottoposto al vaglio dei giurati.

Il Premio Solinas, che  negli anni ha contribuito alla crescita  dell’industria con 115 film, 11 corti, 4 web series e 4 piloti per serie TV, continua a scrivere pagine di storia del cinema nostrano valorizzando la scrittura di qualità e il ruolo dello sceneggiatore nello sviluppo dell’audiovisivo, sotto l’egida di MIC, Regione Lazio, Regione Sardegna e Fondazione Sardegna Film Commission,  il patrocinio del Comune di La Maddalena e delle Associazioni di Categoria (100autori, Anac, Writers Guild Italia, Doc/It, Anica, Apa e Agici).