Premio Strega 2020. Quella fortunata dozzina


 

Annunciati il 12 marzo i dodici romanzi candidati alla 74esima edizione del Premio Strega, selezionati tra i tra i cinquantaquattro titoli proposti dagli Amici della domenica.

L’apprendista di Gian Mario Villalta, pubblicato da SEM e proposto da Franco Buffoni
Ragazzo italiano di Gian Arturo Ferrari, pubblicato da Feltrinelli e proposto da Margaret Mazzantini
La nuova stagione di Silvia Ballestra, pubblicato da Bompiani e proposto da Loredana Lipperini
Città sommersa di Marta Barone, pubblicato da Bompiani e proposto da Enrico Deaglio
Giovanissimi di Alessio Forgione, pubblicato da NN Editore proposto da Lisa Ginzburg
La misura del tempo di Gianrico Carofiglio, pubblicato da Einaudi e proposto da Sabino Cassese
Almarina di Valeria Parrella, pubblicato da Einaudi e proposto da Nicola Lagioia
Tutto chiede salvezza di Daniele Mencarelli, pubblicato da Mondadori e proposto da Maria Pia Ammirati
Febbre di Johnatan Bazzi, pubblicato da Fandango Libri e proposto da Teresa Ciabatti
Breve storia del mio silenzio di Giuseppe Lupo, pubblicato da Marsilio e proposto da Salvatore Silvano Nigro
Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio di Remo Rapino, pubblicato da minimum fax e proposto da Maria Ida Gaeta
Il colibrì di Sandro Veronesi, pubblicato da La nave di Teseo e proposto da Accademia degli Scrausi

I titoli della dozzina saranno letti e poi votati da una giuria di 660 persone tra Amici della domenica, studiosi, traduttori e intellettuali italiani e stranieri, lettori forti, università e gruppi di lettura.

La cinquina sarà votata il 9 giugno, mentre il vincitore sarà proclamato il 2 luglio al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia e in diretta su Rai3.

Il premio Strega è il più importante e discusso premio letterario italiano.

Qui il racconto della sua nascita nel ricordo di Citto Maselli.