Saviano è il nuovo Chandler, premiato al Noir in Fest

Sarà Roberto Saviano a ricevere quest’’anno il prestigioso Raymond Chandler Award, il premio letterario assegnato dal Noir in Festival, la storica rassegna dedicata al noir nel cinema e nella letteratura in corso dall’8 al 14 dicembre, per la prima volta in Lombardia dopo la “stagione” di  Courmayeur…

roberto_saviano_1

Il Noir in festival, la storica manifestazione italiana dedicata al noir nel cinema e nella letteratura, giunta alla sua XXVI edizione, la prima celebrata in Lombardia dall’ ’8 al 14 dicembre (dopo gli anni trascorsi a Courmayeur), inaugura la sua nuova vita assegnando il suo premio letterario più prestigioso, il Premio Raymond Chandler alla carriera, a uno scrittore italiano che, nonostante la sua giovane età, ha profondamente segnato con la sua opera la letteratura e la vita culturale italiane in questo ultimo decennio, e per la potenza della sua scrittura è stato apprezzato in tutto il mondo: Roberto Saviano.

A dieci anni dal successo globale di Gomorra (diventato film e serie tv), Saviano torna a raccontare la violenza della sua terra d’’origine con La paranza dei bambini, romanzo uscito per Feltrinelli il 10 novembre, in cui narra dei baby-boss della camorra, bande di adolescenti che si combattono, a colpi di kalashnikov, in una guerra dimenticata per il controllo dello spaccio della droga a Napoli e dintorni. “Continuo a domandarmi se la parola possa cambiare il mondo -– dice Saviano -.– Ecco perché ho scritto questo libro”.

Sulllo stesso tema Michele Santoro ha girato il suo Robinù, presentato allo scorso Festival di Venezia, in cui mostra immagini drammatiche ad interviste choc, portando per la prima volta sullo schermo la storia di un intero giovane popolo ridotto a carne da macello.

Il Raymond Chandler Award, istituito da Irene Bignardi nel 1996 grazie alla collaborazione con il Raymond Chandler Estate, è stato assegnato in questi anni alle massime personalità della letteratura di genere, tra cui P.D. James, John le Carré, John Grisham, Elmore Leonard, Scott Turow, Michael Connelly, Andrea Camilleri, Don Winslow, Henning Mankell e molti altri fino a Joe Lansdale, premiato nel 2015.