Valeria Golino è Goliarda Sapienza per Mario Martone. Al via le riprese di “Fuori”


 

Valeria Golino e Goliarda Sapienza una lunga storia d’amore. Il titolo del celebre film di Citto Maselli che lanciò proprio la giovanissima attrice allora diciassettenne è giusto per indicare una sua nuova avventura legata al mondo della scrittrice de L’università di Rebibbia.

Dopo aver adattato per Sky la serie da L’arte della gioia, Valeria Golino ora vestirà i panni stessi di Goliarda Sapienza come protagonista di Fuori, nuvo film di Mario Martone che, l’opera della scrittrice, ha già portato in teatro con la messa in scena de Il filo di mezzogiorno.

La storia è quella vissuta in prima persona dalla stessa Sapienza e poi narrata nel suo romanzo dedicato all’esperienza carceraria vissuta a Rebibbia. Si narra di quando finisce in carcere per un gesto folle e inaspettato. In prigione, l’incontro con alcune giovani detenute diventa un’esperienza di rinascita. Una volta fuori, in una torrida estate romana in cui il tempo sembra sospeso, la scrittrice continua a frequentare le donne con cui ha stretto amicizia e che ora, come lei, sono tornate in libertà. Nasce una relazione profonda e decisiva per la sua vita, un legame autentico che nessuno lì fuori riuscirà a comprendere.

Il soggetto è di Ippolita di Majo che firma la sceneggiatura con Mario Martone. Oltre a Valeria Golino sono nel cast Matilda De Angelis ed Elodie. Le riprese appena iniziate a Roma proseguiranno per otto settimane. Fuori è una coproduzione Italia-Francia: Indigo Film con Rai Cinema e The Apartment per l’Italia e SRAB Films per la Francia, in collaborazione con Fremantle.
La fotografia è a cura di Paolo Carnera, il montaggio di Jacopo Quadri, la scenografia di Carmine Guarino e i costumi sono di Loredana Buscemi. Il film sarà distribuito in Italia da 01 Distribution.