Bob Dylan al cinema avrà il volto di Timothée Chalamet

 

Il gettonatissimo Timothée Chalamet interpreterà Bob Dylan nel film di Fox Searchlight Going Electric, diretto dal regista di Ford vs Ferrari, James Mangold.

Il film seguirà Dylan, premio Nobel per la letteratura nel 2016, nel suo percorso verso il successo.

La notizia arriva dopo un anno molto intenso per il giovane Chalamet, apparso di recente nell’adattamento di Piccole donne di Greta Gerwig nei panni di Laurie, nel dramma storico di Netflix Il re e ancora come protagonista dell’ultimo film di Woody Allen, Un giorno di pioggia a New York.

Per Mangold, invece, si tratta di una seconda incursione in ambito musicale: nel 2005 con Walk the Line ha raccontato la nascita di un’altra icona musicale dei Sessanta come Johnny Cash, interpretato Joaquin Phoenix.

L’ultimo film che ha raccontato la vita di Dylan è stato I’m Not There del 2007, un film di Todd Haynes in modo molto personale affida a sei diversi interpreti altrettante sfaccettature del mito Dylan: Christian Bale, Cate Blanchett, Marcus Carl Franklin, Richard Gere, Heath Ledger e Ben Whishaw.

Più recentemente Martin Scorsese con Rolling Thunder Revue, per Netflix, ha raccontato il tour del musicista del 1975, attraverso vecchio e nuovo repertorio. E ancor prima ha diretto No Direction Home, quando a metà degli anni ’60, Dylan è diventato davvero “elettrico”.