“E poi?”, se a rispondere è il pubblico. A Trento il libro si scrive in massa

Specie in questi mesi di pandemia, ma non solo, l’interrogativo su cosa succederà in futuro si è fatto più impellente. I due docenti hanno pensato che fosse il caso di chiederlo al pubblico.

Il racconto, intitolato appunto A che ora è la fine del mondo? Scivolando verso il futuro (pubblicato da Edizioni Ambiente in ebook), si interroga sulla questione ambientale e sulle sue conseguenze, ma non ha ancora un finale. Sarà il pubblico a sceglierlo, provando a prevedere l’evoluzione della crisi climatica nei prossimi anni, dando vita all’esperimento di crowd foresight (“previsione di massa”) e crowd writing (“scrittura di massa”) più grande mai tentato sinora.

I caratteri da riempire saranno 10.000 e ci si avvarrà di tecniche di analisi basate sull’intelligenza artificiale e dei big data, al fine di delineare il più precisamente possibile la visione di futuro che verrà fuori dall’esperimento.

Infine saranno selezionati da una giuria i finali più meritevoli, che, assieme a quello scritto dagli stessi autori a partire dalla media delle risposte di tutto il pubblico, confluiranno poi in un’edizione cartacea da pubblicare per la Giornata dell’Ambiente 2021.