OtherMovie il festival di Lugano. E c’è anche Bookciak, Azione!

L’altro cinema, l’atra arte, l’altra cultura. In un titolo OtherMovie, il festival svizzero giunto alla X edizione che si svolge a Lugano (dal 14 al 24 ottobre) sotto la direzione artistica di Drago Stevanovic.

Una rassegna che quest’anno punta sul tempo tra passato e futuro, offrendo una vetrina importante al cinema delle donne. In particolare quelle afghane che stanno vivendo un momento particolarmente drammatico. Due serate, infatti, saranno dedicate rispettivamente a Sahraa Karimi di cui sarà presentato il suo Hava, Maryam, Ayesha e a Sahra Mani, autrice del documentario A Thousand Girls Like Me.

Tra i tanti appuntamenti anche la masterclass (21 ottobre ore 14) al Liceo cantonale 1 di Lugano di Alessandra Pescetta, regista e docente che, inseguendo il filo della memoria, presenterà i bookciak realizzati dai suoi studenti e che hanno vinto le ultime edizioni del premio Bookciak, Azione!

Eccoli: Sidera, di Giuseppe Campo, Shira Herreman, Pietro Taronna (studenti del CSC sede Lombardia), liberamente ispirato al romanzo Io marinaro, la vita avventurosa di un migrante del mare di Mario Foderà (LiberEtà).

La casa del poeta di di Cora Bonalumi, Sofia Nolli, Virginia Onorato, Alessia Placido, Cristian Zeli,
in collaborazione con Luana Bertiè, Matteo Gavotto, Giacinta Pietrobelli, Lucia Romanotto,
studenti del Primo anno Biennio 2019/2020 LABA Libera Accademia Belle Arti di Brescia.
Liberamente ispirato al libro Gli occhi degli alberi e la visione delle nuvole di Chicca Gagliardo e Massimiliano Tappari (Hacca).

Damnatio memorie di Edoardo Martinelli (IED Istituto Europeo di Design). Liberamente ispirato al graphic novel Sangue del nostro sangue di Claudio Bolognini e Fabrizio Fabbri (RedStar Press).