Paul Schrader Leone d’oro alla carriera di Venezia 79


Va al regista e sceneggiatore statunitense Paul Joseph Schrader il Leone d’oro alla carriera della 79. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia (31 agosto – 10 settembre 2022).

“Poliedrico autore di cinema” lo definisce il Presidente della Biennale Roberto Cicutto sottolineando l’importanza di celebrare Schrader nel novantesimo anniversario della nascita della Mostra. Il cineasta (classe ’46) giunge nel mondo del cinema prima in qualità di critico e di sceneggiatore – nell’arco della carriera scrive più di trenta film – ed esordisce alla regia con Tuta blu (1978).

Schrader è noto per film come American GigolòIl bacio della pantera, Cortesie per gli ospiti –sceneggiato da Harold Pinter, adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Ian McEwan- , Il collezionista di carte (presentato in anteprima mondiale alla Mostra di Venezia nel 2021 e lodato dalla critica) e in qualità di sceneggiatore con Taxi Driver, Toro scatenato, City Hall e First Reformed – La creazione a rischio (di cui è anche regista) per il quale ottiene una nomination all’Oscar per la migliore sceneggiatura.

Il Direttore Alberto Barbera dichiara “Non è un’esagerazione affermare che si tratta di uno dei più importanti autori americani della sua generazione (…) L’audace stilizzazione visiva che informa tutte le sue opere, le colloca tra le forme più moderne di un cinema non riconciliato e sottilmente indagatore della contemporaneità”.