Teheran libera (anche) il regista Mohammad Rasoulof, dopo sei mesi di carcere


Il regime degli ayatollah iraniani ha rilasciato Mohammad Rasoulof dopo sei mesi di carcere. Il regista vincitore del Festival di Berlino 2020 col coraggioso film sulla pena di morte, Il male non esite, era stato arrestato lo scorso luglio per aver criticato la feroce repressione del governo di Tehran contro le manifestazioni di protesta.

Insieme a lui era stato arrestanto anche il collega Jafar Panahi recentemente scarcerato. La notizia è stata resa nota dal quotidiano Shargh, giornale vicino al movimento per le riforme.