Buon compleanno, “Shining”: su Infinity arriva il sequel “Doctor Sleep”

Quarant’anni dopo il magistrale (e terrificante) Shining (1980), adattamento “infedele” (firmato Stanley Kubrick) del romanzo (1977) di Stephen King, il sequel Doctor Sleep, tratto dall’omonimo libro (Sperling & Kupfer, 2014) dello scrittore, sarà disponibile sulla piattaforma Infinity Premiere dal 1 al 7 maggio.

Il film, uscito nelle sale italiane nell’autunno 2019, è sceneggiato e diretto da Mike Flanagan, già regista di un’altra trasposizione del celebre narratore americano, Il gioco di Gerald (2017, dal romanzo omonimo edito da Sperling & Kupfer nel 1998). Protagonista di Doctor Sleep è il figlio di Jack Torrance, Dan (interpretato da Ewan McGregor), ormai adulto ma ancora alle prese con le conseguenze di quanto accaduto nel precedente film.

Nel cast anche Kyliegh Curran (al suo esordio in un lungometraggio) nei panni di Abra, adolescente dotata come Dan del soprannaturale dono della “Luccicanza”, in cerca di aiuto dal “Nodo”, misteriosa organizzazione guidata da Rose (Rebecca Ferguson) che dà la caccia agli individui dotati della facoltà paranormale.

Disponibile su Infinity anche l’edizione estesa del cult horror di Kubrick, con 24 minuti di scene in più, per un totale di 144 minuti: nell’edizione italiana Giancarlo Giannini presta nuovamente la sua voce a Jack Nicholson.

Accantonato, invece, il prequel cinematografico della saga, come conferma il regista Mark Romanek (Tales from the Loop), che avrebbe dovuto dirigerlo. Il progetto, basato sul materiale originariamente scartato del romanzo di King, sarebbe stato prodotto da Brad Fischer e sceneggiato da Glen Mazzarra, raccontando l’origine dell’Overlook Hotel, edificato a inizio Novecento su un terreno di sepoltura dei nativi americani. Gli elevati costi (tra cui quelli per la ricostruzione d’epoca) richiesti dal film hanno tuttavia dissuaso dal procedere.

I fan di Shining potranno comunque consolarsi (anche) con lo spin-off televisivo (in lavorazione) Overlook, prodotto dalla Bad Robot di J.J. Abrams per HBO.