Pesaro Filmfest nel segno di Liliana Cavani. E arriva anche Bokciak, Azione!

 

Sarà nel segno di Liliana Cavani – di cui saranno proiettati tutti i film, affiancati da una tavola rotonda, una pubblicazione (a cura di Cristiana Paternò e Pedro Armocida) e dall’anteprima mondiale del restauro di Al di là del bene e del male – l’Evento speciale sul cinema italiano della 57/a edizione della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro (19-26 giugno) diretta da Pedro Armocida.

Sedici i film in concorso con l’apertura dedicata ai 40 anni di Indiana Jones – I predatori dell’arca perduta di Steven Spielberg e la chiusura col doc,The Most Beautiful Boy in the World, sulla vita di Björn Andrésen il Tadzio di Morte a Venezia.

Tre gli italiani in gara: Luca Ferri con Mille cipressi, viaggio tra il metafisico e il surreale nella Tomba Brion di Carlo Scarpa; The Nightwalk di Adriano Valerio, confinamenti e fughe di un uomo bloccato a Shanghai durante la pandemia; Gianmarco Donaggio dà prova di un “cinema materico” con Manifestarsi, esplorazione “microscopica” dei manifesti affissi a Milano.

Restando a Milano l’omaggio al Collettivo Cinema Militante di Milano con la riscoperta, a 50 anni da quella esperienza, dei loro avventurosi film.

Il 23 giugno, in mattinata, ci sarà spazio anche  per la proiezione dei bookciak vincitori dell’edizione 2020 del nostro premio. Il Pesaro Filmfest, infatti, da quest’anno, si aggiunge alla ricca rete di rassegne che sono partner del concorso on the road, dedicato all’intreccio tra cinema e letteratura, la cui X edizione prenderà il via il 31 agosto al Lido di Venezia, evento di pre-apertura delle Giornate degli autori.