EFA 2020: “Martin Eden” quattro candidature. E tanti altri adattamenti in lizza per gli Oscar europei

 

Con quattro candidature agli EFA 2020, gli Oscar Europei, Martin Eden, dall’omonimo romanzo di Jack London (Garzanti, 2005) guida la pattuglia italiana. L’opera di Pietro Marcello, infatti, corre come miglior film europeo, regista, attore (Luca Marinelli) e sceneggiatura (Pietro Marcello e Maurizio Braucci).

Anche Elio Germano, nei panni del pittore Ligabue in Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti, concorre al titolo di migliore attore. Fabio e Damiano D’Innocenzo puntano invece al premio per la miglior sceneggiatura con Favolacce.

Sul fronte dei titoli di provenienza letteraria, in lizza per il miglior film troviamo anche Berlin Alexanderplatz del tedesco Burhan Qurbani, pellicola sull’immigrazione clandestina che rilegge in chiave contemporanea l’omonimo romanzo di Alfred Döblin (BUR, 2008). Allo stesso premio è candidato anche The Painted Bird del regista polacco Václav Marhoul, tratto dall’omonimo L’uccello dipinto di Jerzy Kosinski (minimum fax, 2015), che racconta la fuga di un ragazzo ebreo dagli orrori della guerra.

Nella corsa alla miglior regia, compare, tra gli altri, il nome di François Ozon, che in Estate ’85 – ispirato al romanzo Danza sulla mia tomba di Aidan Chambers (BUR 2014) – raccontata i turbamenti del primo amore omosessuale di due adolescenti in Normandia.

Il grande regista greco, Constantin Costa-Gavras, con la sua pellicola dedicata alla crisi del suo paese, è candidato per la miglior sceneggiatura di Adulti nella stanza, dall’omonimo memoir di Yanis Varoufakis (La nave di Teseo, 2018), l’ex ministro delle Finanze della Grecia nel primo governo Tsipras che si è battuto per sollevare il paese dal vincolo del debito e dalla massacrante austerità imposta dai paesi europei più forti e dal Fondo Monetario Internazionale.

Per i film di animazione segnaliamo la candidatura di The Nose or Conspiracy of Mavericks il musical d’animazione di Andrey Khrzhanovsky, ispirato al racconto Il naso Nikolaj Gogol’, già premiato ad Annecy 2020.

Le nomination per la 33ma edizione degli European Film Awards sono state annunciate il 10 novembre. E vista la difficoltà del momento il Board dell’EFA ha deciso, in via del tutto eccezionale, di aumentare le nomination per le categorie Film e Documentario da cinque a sei, in modo da ampliare l’offerta della piattaforma a più film.

I vincitori saranno annunciati in una serie di serate-evento virtuali, in live streaming dall’8 al 12 dicembre.

Gli eventi si potranno seguire su www.europeanfilmawards.eu